rimedi naturali per la prostata

Rimedi Naturali per la Prostata

Gli uomini di mezza età sperimentano comunemente un ingrossamento della prostata, il che può limitare il flusso urinario e comportare problemi come il bisogno di urinare spesso, difficoltà nella minzione e doloretti vari.

Questa delicata ghiandola maschile può anche facilmente infiammarsi e generare prostatite acuta o cronica. Questo è il caso anche di uomini in giovane età, poiché si tratta spesso di stress emotivo, o di infezione batterica.

Vediamo allora i migliori rimedi naturali per la prostata, che fungono sia da prevenzione che da cura a molte sintomatologie connesse ai disturbi sopracitati.

 

1) I Semi di Zucca: Ricchi di Zinco

Semi di zucca per la prostata

I semi di zucca per la prostata sono molto preziosi. Questo spuntino contiene componenti protettive chiamate fitosteroli, che possono ridurre le dimensioni della ghiandola prostatica. I semi di zucca contengono anche sostanze chimiche naturali che hanno benefici sulla salute della prostata, come lo zinco.

Lo zinco è fondamentale per la normale funzione prostatica. E’ stato rilevato infatti che una prostata normale ha livelli di zinco più alti rispetto ad una prostata ingrossata. Risultati di uno studio del 2011 ha mostrato che il tessuto prostatico degli uomini con ipertrofia prostatica benigna avevano significativamente meno zinco rispetto al normale tessuto prostatico. Lo studio ha anche riscontrato un aumento dell’escrezione urinaria di zinco.

Un altro studio (questa volta sui ratti) ha scoperto che l’olio contenuto nei semi di zucca potrebbe bloccare l’ingrossamento della prostata. Lo studio ha esaminato dei ratti a cui è stato somministrato testosterone e Prazosin, un farmaco alfa-bloccante. Si ritiene che il testosterone abbia un ruolo nello sviluppo dell’IPB, anche se non è del tutto chiaro il perché.

Una teoria è che il diidrotestosterone, un potente metabolita del testosterone, si accumula nella prostata e la fa crescere. I fitochimici nei semi di zucca possono ridurre gli effetti del diidrotestosterone sulla prostata. Possono anche bloccare la conversione del testosterone in diidrotestosterone.

2) Il Cocomero, un Viagra Naturale?

cocomero per la prostata

Il cocomero o anguria è un vero toccasana per la prostata e tutte le sue parti sono preziose. La polpa rossa è ricca di licopene, un agente antiossidante che abbassa il rischio di cancro alla prostata (fonte).

I semi sono un rimedio che la popolazione Amish utilizza per ripulire l’organismo. Dopo esserti mangiato una buona fetta di cocomero, metti i semi da parte. Con questi puoi preparare una tisana: aggiungi dell’acqua bollente e lascia in infusione fino a che l’acqua non ha raggiunto una temperatura bevibile. Si può bere una tazza di questo infuso ogni giorno per una decina di giorni. (Studio sui semi del cocomero per la prostata)

Il bianco del cocomero non è da buttare. Con un buon estrattore o centrifuga puoi estrarre il succo che è benefico per le infezioni urinarie ed è ricco di citrullina, un aminoacido che migliora la disfunzione erettile. (Studi scientifici: Qui e qui)

Nutrienti1 tazza di cocomeroDose giornaliera raccomandata
Energia46.21,800 – 3,000
Carboidrati (g)11.6, di cui 9.6 g zuccheri130
Fibre (g)0.622.4 – 33.6
Calcio (mg)10.81,000 – 1,200
Fosforo (mg)16.9700
Magnesio (mg)15.4320 – 420
Potassio (mg)1724,700
Vitamina C (mg)12.575 – 90
Folato (mcg, DFE)4.6400
Colina (mg)6.3425 – 550
Vitamina A, RAE (mcg)43.1700 – 900
Beta carotene (mcg)467No data
Luteina & zeaxantina (mcg)12.3 mcgNo data
Licopene (mcg)6,980No data
Fitosteroli (mg)3.08No data

 

3) Le Barbe di Mais

barbe di mais per la prostata

Queste fibre lucide e sottili aiutano l’impollinazione e la crescita del mais, ma sono anche utilizzate nella fitoterapia tradizionale.

Le barbe del mais contengono una varietà di composti vegetali che possono essere molto benefici per la salute.

Nella medicina tradizionale cinese e dei nativi americani, è usato per trattare una vasta varietà di disturbi, tra cui problemi alla prostata, malaria, infezioni del tratto urinario (UTI) e malattie cardiache (Fonte).

Un ulteriore studio sui ratti è stato fatto, dimostrando una riduzione dell’ipertrofia prostatica benigna.

Questo rimedio naturale per la prostata si acquista in erboristeria e ci si può preparare una tisana (circa 7-8 minuti in infusione e poi passarla). Oltre a contenere zinco, il pennacchio del mais è “demulcente del tratto urinario e diuretico. I suoi effetti antinfiammatori sono utili nel trattamento di prostatite acuta e cronica, oltre che per stati infiammatori di vescica e reni. È eccellente per i sintomi urinari associati all’ingrossamento della prostata, favorendo la diuresi e l’eliminazione delle tossine”. (Fonte: Erboristeria Tutor).

4) Epilobio: dalla Farmacia del Signore

epilobio per la prostata

L’epilobio è una pianta che cresce spontaneamente anche in Italia, spesso agli argini delle strade di campagna o dei campi.

Ci sono studi del 1988 che dimostrano che Epilobium parviflorum agisce sul tessuto prostatico migliorando i sintomi dell’ipertrofia prostatica benigna. Sembrerebbe che di tutti i componenti chimici presenti nell’epilobio, l’enoteina B sia la componente attiva più benefica per la prostata, ma la sua attività non è ancora del tutto chiara alla comunità scientifica.

L’epilobio è un rimedio naturale per la prostata, reso popolare dalla famosa erborista Maria Treben che lo cita nel suo libro “La Salute dalla Farmacia del Signore“.

In erboristeria si trova sottoforma di capsule, ma attenzione che alcune varietà che possono essere anche dannose. Sul mio sito trovi il migliore estratto in tintura madre di questa pianta. L’epilobio aiuta a sfiammare qualora ci siano infiammazioni nel tratto urinario (prosata compresa) ed è risultato efficace anche nei casi di prostata ingrossata.

Ecco uno studio del 2013 che dimostra una riduzione del PSA con l’utilizzo dell’estratto di epilobio.

5) Beta-sitosterolo

beta-sitosterolo per la Prostata

Il beta-sitosterolo è uno sterolo presente in quasi tutte le piante. È uno dei principali sotto componenti di un gruppo di steroli vegetali noti come fitosteroli che sono molto simili nella composizione al colesterolo ed è presente in quantità anche nell’epilobio.

Ad ogni modo a differenza del colesterolo, il beta-sitosterolo non può essere convertito in testosterone. Inibisce anche l’aromatasi e la 5-alfa-reduttasi ed è per questo che risulta essere uno dei rimedi naturali per la prostata. Il beta-sitosterolo è probabilmente uno dei tanti motivi per cui mangiare verdure fa bene alla salute.

Questa sostanza è molto utile nella sintomatologia del tratto urinario dovuta a IPB, come dimostrato in uno studio scientifico.

La dose raccomandata è di 120 mg al giorno. Questa dose può essere ridotta a 30 mg due volte al giorno dopo il miglioramento dei sintomi. In generale, il beta-sitosterolo è ben tollerato ma possono apparire degli effetti collaterali gastrointestinali. Questo integratore può aumentare gli effetti ipolipemizzanti dei farmaci anti-iperlipidemici. Consultare il medico prima di assumerlo.

Puoi acquistarlo qui di ottima qualità (Combinato con Palmetto di Sabal per la prostata ingrossata).

6) La Radice di Ortica (per problemi urinari)

ortica per la prostata

L’ortica è da sempre una pianta considerata magica e curativa da erboristi e fitoterapisti di tutto il mondo. Facilmente reperibile in campagna anche in Italia, la parte che è interessante per la prostata sono le radici.

È interessante notare che alcuni studi suggeriscono che l’ortica può aiutare a curare l’Ipertrofia Prostatica.

La radice di ortica impedisce il legame delle proteine ​​correlate al testosterone nei loro siti recettoriali sulle membrane cellulari della prostata. La ricerca sugli animali rivela che questa potente pianta può impedire la conversione del testosterone in diidrotestosterone – una forma più potente di testosterone.

L’interruzione di questa conversione può aiutare dunque a ridurre le dimensioni della prostata. Gli studi condotti su persone con IPB dimostrano che gli estratti di ortica pungenti aiutano a trattare i problemi di minzione a breve e lungo termine – senza effetti collaterali se non si assumono farmaci.

Parla con il tuo medico prima di consumare ortica se stai assumendo uno dei seguenti farmaci:

  • Fluidificanti del sangue
  • Farmaci per la pressione sanguigna
  • Diuretici
  • Farmaci per il diabete
  • Litio
L’ortica può interagire con questi farmaci. Ad esempio, il potenziale effetto diuretico della pianta può rafforzare l’impatto dei diuretici, aumentando il rischio di disidratazione.
Riassumendo la radice di ortica ha effetti diuretici e rilassanti. Se hai problemi a svuotare completamente la vescica a causa di prostata ingrossata, la radice di ortica può aiutarti molto. E’ difficile da reperire, per questo puoi acquistarla qui della migliore qualità.

7) Vitamina D3: Il Sole Amico della Prostata

Vitamina D per la Prostata

La vitamina D è prodotta naturalmente dal nostro corpo, una volta che ci esponiamo ai raggi diretti del sole. Non c’è da stupirci che se stiamo sempre in casa, in ufficio o abbiamo paura del sole, svilupperemo una carenza di questa importante vitamina.

La vitamina D allevia l’infiammazione in caso di prostatite e tumore alla prostata. Molti studi accademici evidenziano il ruolo decisivo della vitamina D nel miglioramento del cancro alla prostata.

Ricerche recenti suggeriscono che l’integrazione di vitamina D può migliorare i tumori della prostata di basso grado riducendo l’infiammazione e diminuendo la necessità di eventuali interventi chirurgici o radioterapia.

I ricercatori osservano che il dosaggio di vitamina D somministrato negli studi – 4.000 UI – è ben al di sotto dei 10.000-20.000 UI che il corpo umano può ottenere dall’esposizione quotidiana al sole, quindi è evidente che esporsi al sole può essere molto benefico per la prostata, data la produzione naturale di vitamina D.

Se viviamo in latitudini poco fortunate o se non possiamo prendere tutti i giorni il sole, l’assunzione di integratori di vitamina D potrebbe dunque rallentare o addirittura invertire la progressione di tumori della prostata meno aggressivi o di basso grado senza la necessità di un intervento chirurgico o di radiazioni.

Qui puoi acquistare della Vitamina D3 sublinguale in combinazione con la K2, che ne migliora l’assorbimento.

8) Pigeo Africano

Pigeo per la Prostata

Il Pigeo Africano è una pianta che vive nell’Africa equatoriale e che può crescere di 30 metri in altezza. In fitoterapia viene utilizzata la corteccia rossa bluastra che ha un odore simile alle mandorle.

Sin dai tempi antichi, le persone usano il pigeo per curare i problemi alla vescica. In effetti, alcuni dei nativi di varie tribù sudafricane usano ancora oggi il rimedio per preparare un tè facendo bollire la corteccia. Negli anni ’60, gli europei iniziarono a usare un estratto di corteccia di pygeum per trattare l’iperplasia prostatica benigna.

Da allora, molti ricercatori hanno studiato l’estratto di corteccia di pygeum per la salute della vescica e della prostata (incluso l’uso di Pygeum africanum per il trattamento della prostatite). (Studio).

Questo rimedio per la prostata aiuta quindi in casi di problemi urinari e riduce il numero di “viaggi” al bagno, sia durante il giorno che durante la notte. Contiene fitosteroli, beta-siterolo e antiossidanti e si può assumere in capsule o sottoforma di estratto naturale.

L’estratto di pygeum non interagisce con altri farmaci e può anche essere usato per migliorare l’efficacia di farmaci e altri integratori. La dose giornaliera più comune è da 75 a 200 mg di estratto titolato di pygeum, assunto quotidianamente in dose singola o diviso in due dosi uguali. Di solito le persone tollerano bene il pygeum, ma alcune avvertono effetti collaterali come nausea, perdita di appetito e dolore addominale.

Qui trovi uno dei migliori prodotti che conosco a base di Pigeo Africano.

9) Aglio: Un Potente Antibiotico Naturale

aglio per la prostata

L’aglio ha effetti anti-infiammatori, anti-cancro e antiossidanti. A causa di questi effetti, l’aglio e i suoi preparati sono stati usati per decenni nel trattamento del carcinoma prostatico, della prostatite e nel sollievo dei sintomi dell’IPB.

Si ritiene che il meccanismo attraverso il quale l’aglio possa mostrare effetti anticancro e antinfiammatori debba essere ulteriormente studiato. Diversi ricercatori stanno tentando di dimostrare le proprietà utili dell’aglio e i suoi meccanismi di azione.

Gli studi hanno dimostrato più di 150 effetti benefici sulla salute dell’aglio, tra cui la riduzione del rischio di malattie cardiache, colesterolo alto e ipertensione arteriosa e vari tumori come il cancro al cervello, ai polmoni e alla prostata.

Le potenti proprietà antibatteriche e micotiche dell’aglio sono quindi di estrema utilità in caso di prostatite batterica.

Secondo l’Università dell’Oregon e del Linus Pauling Institute, l’aglio è una buona fonte di composti organo-sulfurei, tra cui l’alliinasi, che viene rilasciato quando l’aglio viene schiacciato o tritato. Si ritiene che i composti organo-sulfurei forniscano diversi benefici per la salute.

Per studi dettagliati su questo argomento visita questa ricerca (in inglese). Parlo dell’aglio per la prostata anche in questo, evidenziando che è uno dei rimedi naturali per la prostata più potente (non abusarne e usalo come una medicina).

Se vuoi mantenere dei buoni contatti sociali, ti consiglio di assumerlo in capsule. Qui puoi acquistare il migliore in commercio.

Ricordati che l’aglio abbassa la pressione e può avere interazioni con farmaci che servono a questo scopo. Il consiglio è sempre quello di consultare il medico prima di assumerlo quotidianamente.

Rimedi Naturali Vs Farmaci Tradizionali

I rimedi naturali per la prostata sono un modo più sano di curare i problemi legati a questa ghiandola maschile. Oltre ad essere più efficaci, comportano meno o quasi nessun effetto collaterale, cosa di cui invece i farmaci tradizionalmente usati, abbondano.

I rimedi naturali per la prostata sono solo una piccola parte di tutto quello che puoi fare per la tua preziosa ghiandola sessuale. Alimentazione, stress e stile di vita vanno cambiati gradualmente per tornare ad una prostata sana e perfettamente funzionante, soprattutto se non ci si è mai preoccupati di questi aspetti.

Ti consiglio quindi il mio videocorso per curare la prostata, dove puoi trovare tante informazioni utili e pratiche su come guarire dai problemi di prostata e ritrovare uno stato di salute generale fenomenale!

 

Scrivici su WhatsApp whatsapp