Lo Yoga è una disciplina antichissima, il cui “scopo” non è solo quello di ottenere una salute fisica e mentale straordinaria, ma anche quello di tornare ad essere UNO con la creazione. Yoga di fatto significa “Unione“.

Ho approfondito in particolare delle asana adatte proprio al miglioramento della sessualità maschile individuando le posture di yoga per la prostata (prevenzione e cura).

In Occidente lo Yoga è più celebre che conosciuto. Lo Hatha Yoga è una forma di Yoga basato su una serie di esercizi psicofisici di origini antichissime, nelle scuole iniziatiche dell’India e del Tibet.

Postura Yoga per la Prostata

Ci sono molte posture yoga indicate per risolvere problemi alla prostata e alcune di queste le spiego e dimostro nel Corso Base Prostata In Forma.

Qui mi limito a descriverti la più facile e nel mio caso si è forse rivelata anche una dagli effetti più evidenti:

Paschimottanasana (La Pinza)

In Sanscrito (l’antica lingua indiana) la prima postura prende il nome di Paschimottanasana ovvero “la postura dell’allungamento posteriore”.

Questa asana (postura) va praticata per almeno 5 minuti al giorno, tutti i giorni ,oppure un giorno si ed uno no, ma con regolarità.

Non preoccuparti se all’inizio non riesci a stare per così tanto tempo in posizione, i tuoi muscoli non sono abituati e devono allungarsi molto gradualmente.

Tecnica di esecuzione:

yoga prostata

Il trattato segreto Yoga GHERANDA SAMHITA afferma:

“Entrambe le gambe devono essere distese al suolo senza toccarsi, quindi facendo uno sforzo, bisogna afferrare fermamente gli alluci con le mani.

La testa e la nuca devono essere perfettamente rilassate e le gambe perfettamente tese. La postura si esegue lentamente senza movimenti bruschi. Dopo aver realizzato alcuni progressi nella pratica di questa postura si potrà cercare di afferrare entrambi i piedi con le dita delle mani intrecciate.

Durante l’esecuzione si prende coscienza della dinamizzazione di MULADHARA CHAKRA alla base della colonna vertebrale e della libera circolazione delle energie attraverso la schiena, le braccia e le gambe.

La pratica di questa postura è strettamente controindicata subito dopo i pasti.”

Non preoccuparti se non riesci a raggiungere gli alluci, lo yoga non è competizione. Pian piano riuscirai ad allungarti sempre di più e con la pratica riuscirai a stabilizzarti in questa postura e a mantenerla a lungo.

Effetti benefici:

Questa postura favorisce una migliore circolazione del sangue nell’intero corpo, soprattutto nella zona pelvica della colonna vertebrale, da cui derivano molteplici benefici.

Paschimottanasana è un’eccellente postura per le persone con glutei e cosce adiposi che intendono modellare armoniosamente il proprio corpo. Nessun organo della regione addominale sfugge all’azione di questa postura. La pigrizia del fegato, la cattiva digestione, l’aerofagia e la gastrite vengono gradualmente eliminate.

Questa postura è indicata anche per chi soffre di diabete e di emorroidi. con questa postura viene eliminata la costipazione (spesso rapidamente) e la peristalsi intestinale è molto attivata.

Paschimottanasana ha notevoli effetti benefici sulla prostata.

Grazie allo stiramento della regione pelvica, le ghiandole sessuali assorbono con molta facilità la quantità necessaria di sangue, con un conseguente aumento di vitalità. Per questo motivo infatti la postura guarisce anche l’impotenza e la debolezza sessuale. Un aspetto meno conosciuto è che paschimottanasana induce al controllo spontaneo delle energie e funzioni sessuali.

Stermina inoltre alcuni tipi di vermi che possono infestare l’intestino. Essa aiuta anche a vuotare completamente lo stomaco stimolando un ottimo appetito, ma equilibrato. Viene inoltre normalizzata la circolazione linfatica, principale arma naturale del corpo per combattere le infezioni.

Guarisce le crisi di lombaggine, elimina la lordosi e fortifica la colonna vertebrale rendendola più resistente agli shock.

Ecco un breve video sui benefici dello yoga per la prostata:

Raccomandazioni

Consiglio sempre di praticare yoga con un insegnante qualificato, che possa aiutarti a diventare autonomo e praticarlo a casa. Ci sono buoni corsi in giro per l’Italia e una delle scuole che sento di consigliare è quella di Virgill Calin. I suoi insegnanti sono sparsi in tutto il centro Italia e il sito di riferimento è www.amoyoga.it

Se al momento non puoi seguire un corso prova comunque a fare qualche semplice asana come questa. I benefici non tarderanno ad arrivare. Consiglio di farla tutti i giorni e di tenerla per almeno minuti, facendola seguire da un breve rilassamento da sdraiato.

 

Scrivici su WhatsApp whatsapp