La Prostatite Giovanile e le Abitudini dei Giovani

I giovani non si preoccupano della loro prostata, molto spesso non sanno nemmeno cos’è e che esiste. Nonostante i problemi a questa delicata ghiandola siano maggiormente riscontrati in età avanzata, in realtà la prostatite giovanile è assai più diffusa di quello che si pensa, con un’incidenza su giovani sotto i 20 anni di età, non indifferente. (Studio statistico).

prostatite acuta giovani

Percentuali di infezioni prese in ospedale e infezioni “normali” tra le diverse fasce di età (studio)

Oggi i giovani lavorano molto al computer, guidano, conducono uno stile di vita sedentario e poca attività fisica. Questi non vogliono essere giudizi, ma semplici osservazioni tratte dalla vita quotidiana attuale. Sono infatti le abitudini della società odierna a influenzare maggiormente la nostra salute, e la prostatite giovanile è una conseguenza evidente.

Molti più giovani di quanto si pensi hanno nella loro vita problemi di prostata. Poiché si tratta spesso anche di sintomi che includono la sfera sessuale (eiaculazione precoce, ansia da prestazione), è importante affrontare il problema anche psicologicamente, con percorsi di auto-indagine, miglioramento personale o parlandone con qualche esperto. Gli studi confermano che la prostatite cronica nei giovani è associata spesso a depressione e problemi di identità maschile,

Cause Principali

Vediamo le cause principali dell’insorgere della prostatite nei soggetti più giovani, tenendo conto dello stato individuale:

  • Vita sedentaria e scarsa attività fisica. Il lavoro sedentario in sé fa stagnare la circolazione sanguigna nei vasi prostatici fino all’ano, il che può far scaturire l’infezione.
  • Promiscuità sessuale. Aumenta certamente il rischio di infezioni sessualmente trasmesse, specie se si hanno più partner sessuali con rapporti non protetti.
  • Masturbazione eccessiva. Ha un impatto negativo sullo sviluppo di secrezione della prostata e, di conseguenza, sulla prostatite.
  • Abitudini alimentari. Cibi raffinati e spazzatura, alcol, fumo, droghe, eccesso di latticini, di zuccheri raffinati, carenza di frutta e verdura, ecc. Causa non solo di prostatite, ma anche di cattiva salute generale.
  • Stress emotivo. I giovani in particolare sono più soggetti a somatizzazione di emozioni non elaborate e di cui spesso non parlano. Insicurezza, ansia da prestazione, scarsa autostima, stati depressivi, rabbia, per dirne alcune.

Sintomi della prostatite

Se insorge la prostatite in giovane età, meglio curarla immediatamente e con rimedi naturali. Infatti questa può facilmente degenerare in processi del sistema genito-urinario, spesso difficili da ripristinare. Può portare alla perdita della libido, a disturbi della minzione e anche ad infertilità maschile.

prostatite giovanile

La prostatite giovanile ha un forte impatto anche sull’aspetto psicologico del giovane.

Alcuni sintomi che un giovane con prostatite può avvertire (così da poter eventualmente intervenire in tempo) sono:

  • Sensazione di svuotamento incompleto della vescica.
  • Minzioni frequenti e dolorose.
  • Dolore all’inguine e al basso addome.
  • Sudorazione e aumento della temperatura corporea.
  • Fatica, sonnolenza, debolezza.
  • Calo del desiderio o del piacere sessuale.
  • Problemi di erezione ed eiaculazione precoce.

La presenza di questi sintomi o alcuni di essi sono un buon pretesto per un controllo alla prostata. È bene che questo i giovani lo sappiano e siano informati sulle complicazioni possibili di una prostatite trascurata.

Trattamenti Possibili

L’organismo dei più giovani ha sicuramente una capacità di guarigione e ripresa molto più veloce. Per questo è importante stimolare quanto possibile la naturale proprietà di auto-guarigione del corpo, aiutandosi magari con qualche cura naturale.

Certamente le prime cose che devono essere cambiate sono lo stile di vita e l’alimentazione. Ti suggerisco di guardare il video dei 5 passi per curare la prostata, dove trovi utili informazioni a riguardo.

In generale, l’alimentazione deve prevedere l’eliminazione dei cibi sopra descritti (raffinati, spazzatura, ecc.) come prima cosa. Ci dovrebbe essere un maggior consumo di frutta e di verdura, in particolare di antiossidanti e flavonoidi, per favorire la circolazione.

Cercare di fare più attività fisica, specie se all’aperto, ma anche semplicemente camminare invece di prendere la macchina è una buona abitudine.

Importantissimo, infine, è l’adeguato riposo: il sonno profondo e il rilassamento rigenerano il corpo e così l’organismo è in grado di riparare meglio i disturbi.

La prostatite giovanile è qualcosa di molto diffuso e spesso se ne trascurano i sintomi, che invece possono essere facilmente superati se presi per tempo.

 

Scrivici su WhatsApp whatsapp