Prostatite Cura: Tutti gli Aspetti da Prendere in Considerazione per Affrontarla al Meglio e Vincerla.

prostatite curaProstatite cura: ci sono diversi metodi diffusi in tutto il mondo per curare la prostatite, alcuni dei quali sono in netto contrasto l’uno dall’altro.

Poiché non esiste alcun riscontro scientifico su ogni metodo diffuso sulle prostatiti (alcuni pazienti continuano a soffrire nonostante le cure più famose), sta a te decidere che cosa funziona meglio e qual è più in linea con una guarigione duratura e naturale.

Questo sito propone la soluzione più efficace possibile dal mio punto di vista poiché va a rimuovere le cause profonde che hanno provocato una prostatite.

Le Cure Ufficiali, la Prima Cura è un Ciclo di Antibiotici in Caso di Prostatite Batterica

In molti casi di prostatite in realtà non c’è infezione e la causa è molto dubbia, almeno dal punto di vista accademico e scientifico. Questo rende davvero molto complicato se non impossibile riuscire a curare e guarire la prostatite, ma attenzione, sempre da un punto di vista accademico ufficiale.

Qui di seguito vengono descritti i trattamenti adottati in entrambi i casi di prostatite: prostatite acuta, di solito improvvisa e con forti sintomi, e prostatite cronica con sintomi forti e meno forti ma persistente.

Prostatite: Come Curarla in Fase Acuta

La prostatite acuta è solitamente causata da un’infezione batterica che colpisce la nostra delicata ghiandola prostatica ed è in questo caso trattata con antibiotici per via orale. La maggior parte degli uomini colpiti riceverà come minimo di un ciclo di cura di quattro settimane. I sintomi forti dovrebbero sparire in circa quindici giorni, ma è molto importante portare a termine tutto il ciclo di cura stabilito con gli antibiotici in modo da evitare che l’infezione diventi recidiva e con essa ritornino i brutti sintomi.

Prostatite cura: i dolori possono essere contrastati con paracetamolo e in alternativa con antinfiammatori. Se il dolore è decisamente forte e insopportabile può essere prescritto un antidolorifico molto più efficace, come ad esempio la codeina. Ma resto sempre dell’avviso che un approccio olistico sia sempre quello più indicato per uscire del tutto dalla spirale di causa effetto in cui viene soppresso l’effetto ma non la causa.

Prostatite: Come Curarla in Fase Cronica

alfa bloccante flomaxLa prostatite cronica può essere causata da un’infezione batterica, anche in questo caso saranno prescritti degli antibiotici per un ciclo di 4 o 6 settimane, sempre per via orale. E’ possibile che insieme al ciclo di antibiotici possa anche essere somministrato un altro tipo di farmaco con la funzione di alfa-bloccante.

Prostatite cura: gli alfa-bloccanti hanno l’effetto di rilassare i muscoli della prostata e i muscoli che si trovano appena alla base della vescica, in questo modo viene agevolata la minzione migliorando i problemi che ne impediscono quasi del tutto la buona funzionalità, ma al tempo stesso i muscoli vengono così indeboliti e di conseguenza il muscolo del perineo verrà sempre più meno ad una delle sue funzioni principali, l’erezione, ma anche alla funzione di trattenere l’urina.

Questo beneficio non sempre è senza conseguenze indesiderate.

Alcuni Effetti Collaterali degli Alfa-Bloccanti

  • debolezza
  • mal di testa
  • vertigini
  • poca o completa assenza di sperma durante l’eiaculazione

Una volta che hai portato a termine il tuo ciclo di antibiotici ti verrà facilmente prescritto un esame dell’urina o dello sperma per verificare la presenza o meno di batteri, se sono ancora presenti nella tua prostata o appena fuori di essa. Se il test risulta essere positivo potrebbe essere inevitabile la prescrizione di un altro ciclo completo di antibiotici.

Come succede con la prostatite acuta, il paracetamolo e gli antinfiammatori possono essere aggiunti per contrastare e rendere così più sopportabile qualsiasi dolore.

Se fondamentalmente la causa non sembra essere di origine batterica gli antibiotici non sono più ritenuti necessari. In tal caso è sufficiente un trattamento con alfa-bloccanti, paracetamolo e antinfiammatori insieme.

Prostatite cura: tanti altri tipi diversi di farmaci sono stati somministrati per il trattamento della prostatite cronica abatterica, ma non esistono in ogni caso prove che ne determinano la buona efficacia. Tra questi farmaci troviamo il Finasteride che solitamente viene somministrato per curare l’ingrossamento della prostata, poi vi sono farmaci antidepressivi che vengono solitamente impiegati appunto per la depressione, altri farmaci vengono utilizzati per contrastare il dolore cronico, problemi alla vescica e difficoltà con il sonno.

Prostatite: Come Curarla nel Migliore dei Modi

Bene, abbiamo visto tra le tante denominazioni di una prostatite quelle più riscontrate tra le asserzioni e diagnosi della medicina accademica, aspetti che possono essere condivisi o meno, che possono essere assunti come ufficiali e quindi inconfutabili e da tenere in considerazione qualora sei fermo sostenitore dell’uso dei farmaci, i quali vengono appunto prescritti secondo il tipo di prostatite, come da diagnosi.

Approfondimento sull’Uso dei Farmaci

Ma siamo davvero sicuri che perseverare con i farmaci sia la strada più genuina e soprattutto efficace? Se sei sicuro di voler proseguire con le cure farmacologiche metti in conto che non sempre funzionano nel lungo termine di tempo, che il più delle volte sono utili nel contrastare e azzerare i sintomi finché le si porta avanti continuando ad assumere farmaci, ma che appena si smette di assumerli, o subito dopo, non è difficile scoprire che oltre a non aver sortito l’effetto desiderato, hanno magari addirittura peggiorato la situazione iniziale, cioè la condizione patologica che c’era prima di iniziare ad assumere farmaci, questo perché i veleni chimici agiscono si sui sintomi, azzerandoli o attenuandoli notevolmente, senza però agire minimamente sulle cause e al tempo stesso contribuendo in modo evidente ad amplificare l’infiammazione della prostata, fastidi, dolori, bruciori e tutti i problemi che ne derivano di conseguenza, incluso problemi alla vescica, ai testicoli, e a tutti gli organi e tessuti adiacenti.

Ritengo che per la prostatite la migliore cura sia seguire un percorso olistico che rispetta in pieno l’organismo, con il quale non ci sono effetti collaterali e spiacevoli. Per avere maggiori chiarimenti e indicazioni ti consiglio di prendere visione del Video Corso Gratuito, anche se non sei affatto convinto di questa strada “alternativa”.

Share This