Anche se le vostre otturazioni sono in buono stato, oppure non ne avete affatto, i denti possono comunque rappresentare una causa nascosta di malattia. La bocca umana è piena di batteri, virus e altri germi (ci scambiamo più batteri con un bacio che a fare altre cose…;)) cosa non sorpendente essendo aperta all’ambiente esterno.

Mettiamo in bocca alimenti e posate, rosicchiamo le unghie, le matite, lecchiamo francobolli e buste, ci baciamo, infiliamo le dita in bocca. I numerosi germi che normalmente riempiono il cavo orale non sono pericolosi, poiché il sistema immunitario li tiene a bada, impedendo loro di spostarsi all’interno del corpo. Ma a volte, troppo spesso la cosa va male.

Il sistema immunitario è equipaggiato per affrontare germi che si presentano normalmente, trattenendoli oppure distruggendoli.
E’ ampiamente dimostrato che quando è in corso una malattia grave, c’è sempre un problema alla bocca.

Le battaglie contro quelli che cercano di penetrare in altre parti dell’organismo sono in genere brevi e vittoriose; purtroppo però le nostre difese interne non sono altrettanto effccaci contro le infezioni lievi e prolungate che suppurano all’interno dei denti o delle mandibole. In realtà quelli che praticano le forme più pure di odontoiatria biologica pensano che non esistano cure canalari veramente sicure e cominciano la terapia estraendo tutti i denti coinvolti.

Per fortuna questo intervento radicale non è in genere necessario e può essere considerato come una risorsa estrema nel caso non funzionassero la rocaina, l’omeopatia e sopratutto i rimedi Sanum, di produzione tedesca. (La procaina fa parte della famiglia degli anestetici locali e in Germania moti ne riconosono e le proprietà rigenerative. Sono stati notati solo effetti collaterali positivi e inspiegati, tra cui il rinnovamento e la depurazione dei tessuti).

Share This