dolore allo scroto

Dolore allo Scroto: Scopriamo le Cause

Il Dolore allo scroto o dolore scrotale è definito come qualsiasi disagio dello scroto e del suo interno, i testicoli e la loro struttura.

Questo è un problema relativamente comune negli uomini di tutte le età, ma in particolare nei giovani adulti e per gli uomini di mezza età. Anche se in realtà non sono in ogni caso patologie dovute all’età.

Il dolore allo scroto può essere molto fastidioso, raramente è però il segnale di un grave problema di salute. Inoltre è con buone probabilità accompagnato da dolore anale, in tal caso è anche probabile che una delle cause maggiori sia un’infiammazione alla prostata.

I testicoli producono spermatozoi e l’ormone maschile, il testosterone. Lo sperma prodotto in ogni testicolo viene conservato e lasciato maturare nell’epididimo, un organo a forma di mezzaluna attaccato dietro il testicolo. Pochi attimi dopo l’orgasmo, lo sperma parte dall’epididimo e lungo il suo canaletto viene trasportato, mescolato con secrezioni prostatiche e poi eiaculato.

scroto

Un attento esame medico, è necessario per individuare molte cause del dolore allo scroto, tra cui:

  • Tumore testicolare.
  • Un trauma scrotale.
  • Una cisti dell’epididimo: un sedimento localizzato di liquidi.
  • Un idrocele: un fluido accumulato intorno ai testicoli.
  • Un ernia: lesione muscolare che provoca rigonfiamento nell’inguine o all’addome con conseguente fuoriuscita di un organo interno.
  • Una torsione del funicolo spermatico: torsione testicolare che interrompe il flusso di sangue e provoca un dolore improvviso e grave. Può provocare anche “la morte” del testicolo e conseguente possibilità di sterilità irrimediabile, poiché dopo la morte del primo testicolo, se non si agisce in tempo, si rischia la morte anche del secondo testicolo.

L’infiammazione dei testicoli è detta anche orchite oppure epididimite, e possono causare dolore allo scroto. Queste condizioni possono essere brevi e acute o durare per settimane o mesi diventando croniche.

Orchite e Epididimite Acuta

L’orchite acuta è caratterizzata da un dolore improvviso e dal gonfiore del testicolo. Questo dolore può essere associato a febbre, dolore addominale e pelvico e anche nausea con vomito occasionale.

Un’infezione può essere alla base dell’infiammazione, ma spesso la causa rimane indeterminata dalla medicina ufficiale. Un batterio contratto durante i rapporti sessuali nel caso degli adulti sessualmente attivi e con relazioni sessuali occasionali, oppure a causa di un’infezione delle vie urinarie, soprattutto nei più giovani e negli uomini più anziani, possono essere la causa.

Un improvvisa infiammazione dell’epididimo si chiama epididimite acuta. I sintomi del dolore e del gonfiore del contenuto scrotale, sono simili per l’epididimite acuta e nei casi con orchite acuta. È spesso secondaria all’infezione della vescica, dell’uretra e della prostata. Un’infezione a trasmissione sessuale è spesso la causa dell’epididimite acuta. Un ingrossamento della prostata nell’uomo come negli uomini più anziani, causa difficoltà a svuotare la vescica e quindi causa difficoltà a eliminare le infezioni del tratto urinario, che appartengono sia alla vescica che alla prostata.

Nei neonati e nei ragazzi, l’epididimite acuta è di solito collegata a un’infezione della vescica o del rene e talvolta può causare malformazione delle vie urinarie.

Un utile video del Dr. Militello che aiuta a comprendere meglio in cosa consiste l’epididimite e l’orchite:

Dolore Scrotale: Diagnosi

La diagnosi dell’orchite acuta o dell’epididimite, spesso può essere fatta sulla base dei sintomi del dolore scrotale e dell’esame fisico. Gli esami delle urine e dello sperma possono essere utili. L’ecografia dello scroto può evidenziare la formazione scrotale.

Solitamente l’urologo, tramite palpazione e osservazione dei testicoli riesce a diagnosticare se si tratta di orchite o epididimite, ma possono essere necessari degli esami di urine, sangue e sperma per verificare la presenza di infezioni.

Dolore Testicolare: Trattamento Medico Ufficiale

Quando una infezione batterica è il principale sospetto come causa dell’orchite acuta o dell’epididimite, viene prescritto l’uso degli antibiotici che dovrebbe contribuire ad alleviare i sintomi e curare l’infezione nel giro di una settimana.

Il gonfiore può facilmente impiegare diverse settimane a sparire. Gli antinfiammatori, analgesici come il paracetamolo, possono contribuire a ridurre il dolore e la febbre. Il riposo a letto e la corretta alimentazione e idratazione possono accelerare la guarigione.

Nella maggior parte dei casi, è raramente necessaria l’ospedalizzazione o un’operazione chirurgica.

Epididimite e Orchite Cronica

L’infiammazione del testicolo e dell’epididimo può persistere per un lungo periodo e diventare cronica. L’orchite è una dolorosa infiammazione del testicolo, spesso senza gonfiore, che può durare più di sei settimane. Il dolore scrotale prolungato senza infiammazione con causa evidente è chiamato orchialgia cronica.

Potrebbe essere impossibile distinguere l’orchite cronica da l’orchialgia cronica. L’epididimite cronica è caratterizzata da un epididimo doloroso, mettendo in evidenza alcuni gonfiori persistenti per più di sei settimane.

La causa dell’orchite o dell’epididimite cronica è incerta, ma a volte può esserci un trauma o un’infezione testicolare o dell’epididimo, mai trattata e ricorrente. Gli uomini affetti da questo problema sono frustrati, a volte hanno un notevole e prolungato dolore che va e viene, che può compromettere seriamente il loro normale funzionamento sessuale.

Le complicazioni a lungo termine sono possibili e possono diminuire il volume del testicolo interessato, provocare infertilità e dolore cronico. Non vi è alcuna associazione tra orchite cronica, epididimite e il cancro. Gli esami prescritti sono gli stessi dei casi acuti.

epididimite orchite

Dolore ai Testicoli: Trattamento

Il trattamento dell’epididimite acuta e dell’orchite può essere difficile. Il medico può raccomandare l’uso di antinfiammatori, analgesici come il paracetamolo. Anche la terapia antibiotica è solitamente prescritta per un periodo da quattro a sei settimane e a seconda dei casi può risultare utile.

In assenza di infezione chiaramente dimostrata, può dare luogo al prolungato o ripetuto trattamento antibiotico e raramente è efficace. In rari casi, l’intervento chirurgico al testicolo o all’epididimo può essere intrapreso come ultima possibilità per rimuovere il dolore testicolare cronico. Nel corso del tempo, queste condizioni di solito scompaiono del tutto, ma possono persistere per diversi anni.

Il dolore scrotale è un problema frustrante che può avere un impatto significativo sulla qualità della vita di un uomo. Fortunatamente, nella maggior parte dei casi questo problema scompare completamente da solo ed è raramente associato ad una condizione grave.

“Il miglior farmaco del medico è Tintura di tempo!”

Béla Schick

Un ottimo spunto di riflessione sul trattamento olistico, che apre una nuova visione sul percorso di guarigione e che mira a rimuovere le cause e non a sopprimere i sintomi, è dato dal Video Corso Gratuito realizzato appositamente, frutto di esperienza e ricerca personale.

 

Scrivici su WhatsApp whatsapp