come curare la prostatite

Cos’è la Prostatite?

Per sapere come curare la prostatite è essenziale capire di cosa si tratta e ancora più importante conoscere l’anatomia del nostro corpo e imparare ad ascoltare i messaggi che ci da.

La prostatite è una condizione in cui la prostata risulta infiammata e gonfia. Può presentarsi con un’infezione batterica o semplicemente essere infiammata e ingrossata.

La prostatite è la causa più comune di infezioni del tratto urinario negli uomini, portando a circa 2 milioni di visite mediche ogni anno, solo negli Stati Uniti. Il National Center for Health Statistics stima che circa il 25% di tutti gli uomini che vedono un medico per problemi urologici hanno sintomi di prostatite.

Si stima che in Italia la metà degli uomini sperimenti una forma di prostatite durante la loro vita, anche senza saperlo.

anatomia della prostata

Probabilmente ti sarai accorto che la comunità scientifica sa ancora poco su questa malattia.

Probabilmente sei stato da un medico specializzato in urologia o andrologia, ma se stai leggendo questo articolo, con ogni probabilità non sei ancora soddisfatto dello stato di salute della tua prostata. Probabilmente il tuo medico ti avrà riempito di antibiotici o antidolorifici, ma la situazione non è cambiata. In alcuni casi è probabile addirittura che sia peggiorata.

Sicuramente ti avranno messo un dito nel sedere e avrai scoperto che la cosa non è poi così male…:-)

No, a parte di scherzi, non ce l’ho contro i medici e contro la comunità scientifica, ma senza dubbio in questo campo diciamoci la verità, i medici sono ancora in alto mare. Alcuni pazienti si sono sentiti dire che il male non esisteva, che era solo nella loro mente, non avendo trovato una causa imputabile o un’infezione rilevante.

Spesso gli urologi si ostinano a prescrivere antibiotici anche nei casi di prostatite abatterica, dove non risulta un’infezione batterica, peggiorando le condizioni intestinali dei pazienti (gli antibiotici danneggiano la flora batterica).

Eppure le prostatiti esistono, sono sempre più frequenti, e i dolori ci sono eccome!

Quali Sono i Tipi di Prostatite Possibili?

Vediamo di fare una semplice classificazione in modo che tu possa dare un nome alla malattia che hai. La prostatite può presentarsi in forma:

  • batterica
  • non batterica
  • acuta
  • cronica

La Prostatite Batterica Acuta solitamente si presenta con febbre e sbalzi di umore, è rapida ed è caratterizzata da gravi sintomi urinari, in cui la ghiandola in questione anal-izzandola per via rettale è gonfia, ingrandita e dolente.

Quella Cronica, invece e’ caratterizzata da Infezioni Batteriche persistenti e ricorrenti, causate da batteri, funghi e virus, che pur nonostante aver eseguito diversi e ripetuti cicli di terapia antibiotica, non viene debellata definitivamente.

Le prostatite abatterica, chiamata anche “sindrome del dolore pelvico cronico” invece, presenta gli stessi sintomi ma dagli esami non risultano infezioni dimostrabili.

Sintomi della Prostatite

Come si presenta una prostatite e da quali sintomi capisci di avere una prostatite?

Questi sintomi sono comuni a tutti i tipi di prostatite, ma probabilmente noterai che non tutti ti appartengono, oppure adesso che te li elenco ti farò notare dei sintomi che non credevi di avere, ma adesso cominci a notare…(e qui ti faccio le mie scuse, ma non potevo fare altrimenti… :-))

Sintomi localizzati

  • Dolori nella zona pubica
  • Fastidio Testicolare, come una sensazione che i pantaloni siano stretti
  • Dolore tra lo scroto e l’ano
  • Tremore all’interno del retto
  • Dolore acuto e bruciore sulla punta del pene
  • Dolori e fastidi lungo le fasce interne delle cosce

Sintomi urinari

  • Esitazione e difficolta’ nell’urinare
  • Aumento della frequenza urinaria
  • Sgocciolio Terminale
  • Sensazione che la vescica non sia completamente vuota

Sintomi sessuali

  • Diminuzione del desiderio sessuale
  • Leggera perdita dell’erezione
  • Eiaculazione precoce
  • Ansia da prestazione
  • Fastidio o dolore durante o dopo l’eiaculazione
  • Eiaculazione diminuita di intensità e di quantità
  • Possibile eiaculazione con tracce di sangue

Ce ne sono altri, ma se solo uno di questi sintomi si presenta ti consiglio di fare una visita di sicurezza. Stai molto attento però al tipo di cura prescritta poiché potrebbe essere completamente inutile o peggio dannosa.

Come Curare la Prostatite

Ci sono diversi metodi diffusi in tutto il mondo per curare la prostatite, alcuni dei quali sono in netto contrasto l’uno dall’altro.

Poiché non esiste una cura che abbia un risultato certo su ogni individuo (alcuni pazienti continuano a soffrire nonostante le cure più famose), sta a te decidere che cosa scegliere in base al tuo sistema di credenze nella medicina e nella vita in generale.

Alla fine di questo articolo ti propongo la soluzione più efficace possibile dal mio punto di vista poiché va a rimuovere le cause profonde che hanno provocato una prostatite e non si limita a rimuovere semplicemente i sintomi con dei farmaci.

In molti casi di prostatite in realtà non c’è infezione e la causa è molto dubbia, almeno dal punto di vista accademico e scientifico. Questo rende davvero molto complicato se non impossibile riuscire a curare e guarire la prostatite con degli antibiotici che dovrebbero attaccare “il nemico”.

Ad ogni modo qui di seguito vengono descritti i trattamenti adottati in entrambi i casi di prostatite: prostatite acuta, di solito improvvisa e con forti sintomi, e prostatite cronica con sintomi forti e meno forti ma persistente.

Come Curare la Prostatite Acuta

La prostatite acuta è solitamente causata da un’infezione batterica che colpisce la nostra delicata ghiandola prostatica ed è in questo caso trattata con antibiotici per via orale.

La maggior parte degli uomini colpiti riceverà come minimo di un ciclo di cura di quattro settimane. I sintomi forti dovrebbero sparire in circa quindici giorni se hai la fortuna di beccare l’antibiotico giusto e nel frattempo le cause che l’hanno provocata, si risolvono naturalmente da sole.

I dolori possono essere contrastati con paracetamolo e in alternativa con antinfiammatori. Se il dolore è decisamente forte e insopportabile può essere prescritto un antidolorifico molto più forte, come ad esempio la codeina.

Resto sempre dell’avviso che un approccio olistico sia sempre quello più indicato per uscire del tutto dalla spirale di causa effetto in cui viene soppresso l’effetto ma non la causa.

Come Curarla in Fase Cronica

La prostatite cronica può essere causata da un’infezione batterica, anche in questo caso saranno prescritti degli antibiotici per un ciclo di 4 o 6 settimane, sempre per via orale. E’ possibile che insieme al ciclo di antibiotici possa anche essere somministrato un altro tipo di farmaco con la funzione di alfa-bloccante.

Gli alfa-bloccanti hanno l’effetto di rilassare i muscoli della prostata e i muscoli che si trovano appena alla base della vescica. In questo modo viene agevolata la minzione migliorando i problemi che ne impediscono quasi del tutto la buona funzionalità, ma al tempo stesso i muscoli vengono indeboliti

Di conseguenza il muscolo del perineo potrebbe anche venir meno ad una delle sue funzioni principali, (come l’erezione, ma anche alla funzione di trattenere l’urina.) Ecco un articolo esaustivo a riguardo (in inglese).

I benefici dei farmaci non sempre sono senza conseguenze indesiderate.

Alcuni Effetti Collaterali degli Alfa-Bloccanti

  • debolezza
  • mal di testa
  • vertigini
  • poca o completa assenza di sperma durante l’eiaculazione

Una volta che hai portato a termine il tuo ciclo di antibiotici ti verrà facilmente prescritto un esame dell’urina o dello sperma per verificare la presenza o meno di batteri, se sono ancora presenti nella tua prostata o appena fuori di essa. Se il test risulta essere positivo potrebbe essere inevitabile la prescrizione di un altro ciclo completo di antibiotici.

Come succede con la prostatite acuta, il paracetamolo e gli antinfiammatori possono essere aggiunti per contrastare e rendere così più sopportabile qualsiasi dolore.

Se fondamentalmente la causa non sembra essere di origine batterica gli antibiotici non sono più ritenuti necessari. In tal caso è possibile che venga prescritto un trattamento con alfa-bloccanti, paracetamolo e antinfiammatori, insieme.

Tanti altri tipi diversi di farmaci sono stati somministrati per il trattamento della prostatite cronica abatterica, ma non esistono in ogni caso prove che ne determinano la buona efficacia.

Ecco un articolo autorevole dove viene dichiaratamente espresso che gli antibiotici non funzionano nella maggior parte dei casi di prostatite cronica.

prostatite cronica antibiotici

Una Cura Naturale per la Prostatite

Da quando iniziai il mio percorso di guarigione ho provato sul mio corpo vari metodi su come curare la prostatite, facendomi anche del male visto che molte cure che ho provato si sono rivelate troppo “invasive”.

I primi miglioramenti avvennero con l’assunzione di alcuni prodotti naturali che adesso sono riuscito a rendere disponibili anche sul mio sito, ma nonostante questi accenni di benessere, non ero affatto soddisfatto, dato che i sintomi continuavano ad apparire.

Adesso sono molto più consapevole dei rischi dei farmaci e degli antibiotici che prescrivono gli urologi poiché anni fa iniziai un percorso di guarigione completamente naturale che non si basava semplicemente sulla riduzione dei sintomi o sull’effetto calmante di alcuni composti naturali, ma bensì di un vero e proprio “cammino” che agì su tutti i livelli del mio essere.

Curare la prostatite infatti non è così immediato come potrebbe sembrare (soprattutto quando parliamo di come curare la prostatite cronica). Ci sono tante cause che possono averla provocata che giocano ognuna una piccola parte nella composizione della malattia e nella comparsa dei sintomi.

Rimuovendo una ad una queste cause la prostatite scomparirà e il tuo corpo durante questo percorso avrà acquisito una tale consapevolezza da non ricadere più negli errori che facevi precedentemente.

Curare la prostatite richiede un po’ di costanza e determinazione, ma ti assicuro che è possibile (io ci sono riuscito!) e dopo essere tornato in equilibrio con un percorso naturale potresti accorgerti che i cambiamenti a livello fisico hanno avuto ripercussioni anche a livello mentale, emotivo e spirituale.

Potrei elencarti una vasta gamma di tecniche e principi da adottare nella tua vita per curare per sempre la prostatite, ma non serviranno a niente se non c’è una reale volontà di ricerca della verità. Nel mio Video Corso gratuito in 5 passi spiego i principi base su cui si basa tutto il resto, se ancora non l’hai fatto ti consiglio di vederlo:

Come curare la prostatite: 5 passi per curare la prostata

Spero di averti fatto cosa gradita, per ogni dubbio o perplessità puoi contattarmi o lasciarmi il tuo numero, verrai richiamato prima possibile.

 

Scrivici su WhatsApp whatsapp