bevande prostata

Sia che si tratti di prostatite o di prostata ingrossata, sia che la nostra ghiandola sia perfettamente in ordine, è importante preservarne il benessere per evitare sintomi urinari o sessuali molto spiacevoli.

Per fare questo, la dieta è essenziale, ma ci sono alcune bevande che possono aiutarci a ridurre l’infiammazione della ghiandola prostatica o ad evitare l’ipertrofia.

Alcune di queste bevande sono dunque utili a ridurre i sintomi di una prostatite, mentre atre potrebbero aiutare come strategia preventiva o curativa per una prostata ingrossata o anche un cancro alla prostata.

Quindi se ti stai chiedendo quali siano le migliori bevande per la prostata ecco una serie di suggerimenti che spero possano soddisfare i gusti di tutti.

Continua a leggere per scoprire perché queste bevande possono aiutarti a prevenire, migliorare o risolvere (con le altre giuste condizioni) i problemi alla prostata.

5 Bevande per la Prostata

Ho scelto accuratamente le 5 bevande migliori per la prostata.

Se ne conosci altre che non ho menzionato e ne hai fatto esperienza positiva, ti chiedo di lasciare un commento all’articolo con due righe di descrizione, basta che non siano bevande prodotte industrialmente o network multilivello.

Frullati Verdi

I frullati verdi sono frullati che includono verdure a foglia verde e possono essere molto utili per chi soffre di ingrossamento della prostata o di prostatite.

Questo perché frutta e verdura, contengono proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti possono influire sulla crescita e sullo sviluppo delle cellule, riducendo il rischio di ingrossamento della prostata.

La ricerca mostra infatti che la vitamina C riduce la probabilità di avere sintomi da ingrossamento prostatico.

Inoltre sovrappeso e obesità aumentano il rischio di ipertrofia prostatica (studio), ma poiché una dieta ricca di frutta e verdura ti aiuta a mantenere il peso forma, i benefici indiretti dei frullati verdi sono anche quelli per la prostata.

Un frullato verde è composto da una buona parte di frutta dolce e una parte più piccola di foglie verdi. Il dolce della frutta renderà il verde ben tollerato e il gusto non ne risente eccessivamente.

Ricetta per un frullato verde

  • 3 banane
  • 3-5 datteri
  • 100 gr. di spinaci
  • 1 tazza d’acqua pura

Tempo di preparazione 3 minuti. Frulla il tutto e gustalo con calma, non berlo di corsa. Può essere un’eccellente colazione o, aumentando le dosi, può sostituire decisamente un pranzo o una cena. In effetti è molto più che una bevanda, si tratta di un vero e proprio cibo!

Se il sapore per te è troppo deciso, prova a sostituire gli spinaci con delle foglie più “dolci”, come la lattuga o gli spinaci baby. Sperimenta con vari tipi di foglie e frutta e trova la tua combinazione preferita. Via via che ti abitui al gusto puoi aumentare le dosi di foglie verdi.

Il tuo corpo ti ringrazierà.

Succo di Cocomero

succo di cocomero prostata

Il succo di cocomero (ma anche di cetriolo), contiene la Citrullina, una particolare sostanza utile a migliorare la circolazione del sangue e quindi a favorire erezioni più forti.

Ecco dunque un valido motivo per gustare l’anguria d’estate: questo delizioso frutto è insolitamente ricco di questo aminoacido dal nome ambiguo.

Oltre che a migliorare l’erezione, i nostri corpi usano la citrullina per produrre un altro aminoacido, l’arginina, che aiuta le cellule a dividersi, migliorandone la capacità curativa (le ferite guariscono prima, l’ammoniaca viene eliminata etc..).

La citrullina dell’anguria sembra prontamente disponibile per essere assorbita e utilizzata dal corpo.

In uno studio scientifico alcuni volontari hanno completato un periodo di tre settimane durante il quale assumevano circa tre bicchieri di succo di anguria ogni giorno e durante un altro periodo di tre settimane ne bevevano circa il doppio.

Per fare un confronto, altri volontari non hanno bevuto il succo né mangiato l’anguria o altri alimenti che avrebbero alterato i risultati dello studio.

I livelli ematici di arginina, sintetizzati nel corpo dalla citrullina, fornita dal succo di anguria, erano più alti dell’11 percento nei volontari testati dopo i tre bicchieri al giorno e del 18 percento più alti dopo i sei bicchieri giornalieri, rispetto ai livelli dei volontari che non ne bevevano affatto.

Se stai pensando all’integrazione, sappi però che la citrullina è tollerata molto meglio dall’organismo rispetto all’arginina.

Per sfruttare al meglio le proprietà della citrullina si raccomanda di estrarre il succo del cocomero maturo, inclusa la parte bianca, vicina alla buccia. Puoi farlo con un estrattore tipo questo oppure consumarlo al naturale.

Se preferisci integrarla in compresse, ignorando gli altri innumerevoli effetti benefici del cocomero, puoi acquistarla qui, di buona qualità.

Il cocomero contiene anche più licopene del pomodoro, un’altra sostanza apparentemente utile alla prostata.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Oncology and Cancer Case Report, ha ammesso comunque che sono necessarie ulteriori indagini per determinare come e se il licopene sia davvero utile alla prostata.

Infuso di Radice di Ortica

Con la radice di ortica puoi fare una piacevole bevanda per il trattamento dei disturbi della prostata, in particolare quando sono presenti sintomi urinari.

Uno studio del 2015 effettuato sui topi maschi adulti, ha scoperto che l’estratto di radice di ortica è stato in grado di prevenire alcuni degli effetti dell’ipertrofia prostatica, se assunto per sei settimane.

Un altro studio effettuato sugli uomini dimostra che l’ortica diminuisce la gravità dei sintomi relativi al tratto urinario.

Puoi trovare la tisana di radice di ortica sfusa, in erboristeria, oppure puoi utilizzare la pianta fresca se è disponibile. Se tutto questo ti risulta complicato puoi acquistare qui la tintura madre, ma non sottovalutare l’atmosfera rilassante di una una bella tazza di tisana calda alla sera.

E’ generalmente molto sicura e con pochi effetti collaterali se assunta nelle giuste dosi. Non assumere la radice di ortica in caso di diabete, bassa pressione sanguigna o problemi renali.

Dovresti anche evitare di prendere la radice di ortica se assumi farmaci a base di litio, farmaci per il diabete, pressione sanguigna e sedativi.

Bevande fermentate

No, non parlo di birra o vino, ma di alcune bevande che possono dare un reale contributo al ripopolamento della tua flora batterica intestinale, l’organo che più di tutti gli altri influenza il tuo benessere generale e anche della prostata, data la sua vicinanza.

Saprai già che i cibi fermentati sono un ottimo modo per aggiungere probiotici sani alla tua dieta, ma forse non sai che ci sono anche bevande fermentate che possono contribuire allo scopo.

I microbi coinvolti nella fermentazione di queste bevande hanno effetti probiotici intestinali. Inoltre, la fermentazione crea altri nutrienti benefici, come le vitamine del gruppo B.

Kombucha

Il kombucha è probabilmente la bevanda fermentata più diffusa tra i salutisti di tutto il mondo. E’ fatto con tè e zucchero a cui viene aggiunta “la madre”, un mix di microrganismi, batteri buoni e lieviti che danno il via alla fermentazione e trasformazione degli zuccheri.

La bevanda è spesso aromatizzata con erbe o frutta. Una piccola quantità di alcol viene talvolta prodotta durante la fermentazione, meno dello 0,5 percento in volume, il che la rende inadatta a chi è molto sensibile all’alcol, ma di fatto è quasi impercettibile.

Ci sono ben pochi studi scientifici sul kombucha, ma sono molti i benefici dichiarati dagli utilizzatori. Ad ogni modo uno studio dimostra che il kombucha riduce significativamente la sopravvivenza delle cellule tumorali della prostata regolando gli stimolatori dell’angiogenesi.

Inoltre uno studio del 2008 ne evidenzia le proprietà antimicrobiche, controllando E. Coli e stafilococco, batteri spesso presenti in una prostatite batterica.

Il Kombucha è ricco di probiotici che aiutano i nostri batteri intestinali utili alla digestione. Il problema, tuttavia, è che i probiotici del Kombucha vengono distrutti durante il processo di pastorizzazione, necessario spesso per commercializzarlo.

Kefir d’acqua

kefir prostata

Il kefir è un’altra famosa bevanda fermentata, ricca di probiotici e minerali che è ottima per la pulizia del fegato. Tutti gli ormoni passano attraverso il fegato, e vista l’importanza di alcuni ormoni per la salute sessuale maschile (ad esempio il testosterone), ritengo essenziale nutrire e pulire anche questo importante organo.

Solitamente a base di latte, il Kefir è una bevanda fermentata che ha un sapore molto simile a una bevanda allo yogurt. È fatto usando dei grani di kefir, proprio come il pane a lievitazione naturale. Questi grani sono una combinazione di lieviti, proteine e batteri. Ha un sapore aspro e cremoso ed è ricco di benefici probiotici per la salute dell’intestino.

A causa dei problemi dei latticini per la prostata, è meglio evitare il kefir di latte, ma fortunatamente può essere prodotto facilmente in casa con alternative non casearie tra cui:

  • latte di cocco
  • latte di riso
  • latte di cocco
  • o semplicemente acqua (qui puoi acquistarli in sicurezza, con tutte le istruzioni)

Fermentati thailandesi

Questa è una delle scoperte più importanti che ho fatto negli ultimi anni grazie a Giovanni. I fermentati thailandesi, noti in Italia anche col nome di “fervida”, sono il risultato della fermentazione naturale di vegetali di vario tipo.

Tecnicamente non si tratta di una bevanda, ma di un liquido acetico, molto concentrato che può essere diluito in acqua per l’assunzione, oppure utilizzato nei suoi innumerevoli utilizzi (cosmetica, pulizie, agricoltura etc…).

A differenza delle altre bevande proposte, non hanno bisogno di un attivatore per essere creato, ma la fermentazione richiede molto tempo, anche più di un anno per avere la concentrazione acetica giusta, dimostrazione del fatto che tutti gli zuccheri presenti sono stati trasformati.

I fermentati sono un concentrato di probiotici, prebiotici, minerali e vitamine. Inoltre a seconda del vegetale fermentato, assumendolo, si avranno tutti i benefici di quella pianta.

Personalmente li uso da quasi due anni e riscontro maggior facilità digestiva, maggior reattività del sistema immunitario, pelle e capelli più lisci e luminosi e lucidità mentale.

Difficilmente reperibili in vendita, il mio fidato collaboratore Giovanni è ormai un produttore esperto e può consigliarti e spedirti i fermentati di cui hai bisogno. Contattaci se vuoi provarli.

Acqua pura

Bere più acqua potrebbe essere l’ultima cosa che vuoi fare quando soffri di minzione frequente a causa di una prostata ingrossata, ma bere la quantità giusta di acqua non si traduce necessariamente in andare al bagno più spesso.

Rimanere idratati bevendo acqua pura, rende l’urina meno concentrata. Di conseguenza, l’urina ha meno probabilità di causare irritazione alla vescica che potrebbe peggiorare eventuali sintomi della prostata.

Al contrario, un’urina molto concentrata, attiva il bisogno di urinare, anche se non è molta nella vescica.

Inoltre, questa urina concentrata è il luogo perfetto per la riproduzione dei batteri e se vai in bagno e senti un flusso debole, potresti non riuscire a svuotare completamente la vescica che può facilmente portare a un’infezione.

Ricorda, tuttavia, che l’acqua molto frizzante non ha questo effetto, ma può irritare la vescica e peggiorare i sintomi. Se hai sindrome da intestino irritabile è sicuramente da evitare.

Scegli acqua naturale e liscia, ne abbiamo bisogno di circa 1,5-2 litri al giorno, a seconda della tua attività fisica, dieta e clima.

Quale acqua bere dunque? Sono contrario all’acqua in bottiglia, soprattutto di plastica. Se non hai la fortuna di vivere in montagna o in un paese in cui l’acqua del rubinetto non sa di cloro o è ricca di calcare, consiglio l’acqua Lauretana in bottiglie di vetro o la Plose.

Ancora meglio sarebbe installare un filtro a osmosi inversa che oltre a purificare l’acqua del tuo rubinetto ne elimina il calcare. Questo è uno dei migliori che conosco, ma ci sono vari tipi e tecnologie. Uno ionizzatore kangen può essere una scelta a lungo termine ancora migliore.

Conclusione

La salute della prostata è molto importante per una qualità di vita dignitosa e soddisfacente.

Se vuoi assicurarti di ridurre il rischio di sviluppare problemi legati alla prostata e altri problemi di salute, trova il tuo equilibrio tra l’alimentazione, l’esercizio fisico e il benessere psicologico.

Evita di bere bevande alcoliche o industriali che possono aumentare il rischio di sviluppare problemi alla prostata.

Le bevande migliori per la prostata sono facili da preparare e molto piacevoli al gusto.

Quelle che ti consiglio sono il risultato di una ricerca e di un uso costante e ti consiglio di sperimentarle per trovare quella che più ti si addice. Rendile parte della tua dieta quotidiana e se conosci e hai esperienza di altre cose, fammelo sapere lasciando un commento qui sotto.

Scrivici su WhatsApp whatsapp