L’acqua è la sostanza stessa della vita e, per quanto possa sembrare solido, il nostro corpo è composto per la maggior parte di liquidi; questi anzi rappresentano dal 70 al 90 % della materia organica.

Per molto tempo si è pensato che l’acqua avesse effetti terapeutici: circa 2000 anni fa il fisico greco Ippocrate raccomandava di berne grandi quantità per prevenire i calcoli renali. Da secoli tutti i terapisti raccomandano di bere otto o più bicchieri d’acqua al giorno come lemento essenziale di ogni regime curativo.

Ma non va bene qualunque acqua: alcune hanno proprietà superiori di altre.
Attualmente molti studi interessanti stanno esaminando gli effetti benefici dell’acqua, in particolare della microacqua, di cui parlerò più avanti. Per i nostri scopi è comunque sufficiente seguire i principi fondamentali:

1- Evitate l’acqua del rubinetto, carica di cloro, metalli pesanti e scarti umani e industriali.

2- Se vi è possibile bevete acqua di sorgente o di fonte, ma poiché non tutti hanno la fortuna di abitare in montagna o in campagna potete anche bere dell’acqua imbottigliata da una marca sicura (Plose, Lauretana, al limite Fiuggi)

3- Acquistate e installate a casa vostra un impianto a osmosi inversa e fate analizzare periodicamente l’acqua da un laboratorio.

4- Se volete un’acqua veramente ottima sia dal punto di vista chimico che energetico potete installare in casa un filtro Grander che usa un brevetto proprio che revitalizza l’ acqua . (Di questo ne parlerò sicuramente in un prossimo post molto più dettagliato)

Per godere delle migliori condizioni di salute bevete l’acqua più pura che riuscite a trovare; il risultato vale sicuramente lo sforzo per cercare la qualità migliore disponibile nella zona in cui vivete.

 
Share This