Cosa Mangiare Con La Prostata Infiammata

La dieta dovrebbe essere uno dei capisaldi per il trattamento della prostatite cronica (ma anche acuta). Con la prostata infiammata cosa mangiare è una giusta preoccupazione: molti alimenti magari lo sai che vanno evitati, ma ci sono anche cibi che possono essere d’aiuto nella guarigione.

Esaminare l’alimentazione fa parte di un approccio globale alla salute, specialmente perché molte cause di prostatite, prostata infiammata o dolore pelvico deriva da problemi che spesso si verificano al di fuori della prostata.

Alcuni cibi e allergie ai cibi possono creare reazioni nel corpo nella forma di infiammazione, e questo può contribuire a tensione pelvica e dolore. Questo è il motivo per cui può aiutare guardare cosa mangiare quando viene diagnosticata un’infiammazione della prostata.

prostata infiammata cosa mangiare

L’alimentazione per la prostata infiammata è parte del programma “NPAT” per la prostatite cronica. La sigla NPAT sta per:

  • Trattamenti naturali (Natural treatments).
  • Fitoterapia (Phytotherapy).
  • Rimedi alternativi (Alternative treatments).
  • Total body (riguarda esercizi fisici, stile di vita, gestione dello stress).

È importante innanzitutto scoprire ed evitare i cibi che possono esacerbare i sintomi. Alimenti tipici che possono peggiorare i sintomi della prostatite includono:

  • Cibi piccanti e speziati.
  • Peperoncino (nella forma di salse piccanti tipo salsa messicana).
  • Bevande alcoliche.
  • Grano, glutine.
  • Caffeina.
  • Latticini.
  • Carne rossa.

Cause Alimentari Di Prostatite

Salute dell’intestino e prostata infiammata sembrano essere connessi. Questo è il perché mangiare cibi che contengono probiotici o assumere integratori di fermenti lattici di qualità è parte della dieta per la prostatite. I probiotici sono i batteri “buoni” della microflora intestinale e includono quelli che normalmente risiedono in equilibrio con altri batteri nel tratto intestinale.

Altri motivi legati all’alimentazione potrebbero essere una carenza di zinco o fattori inquinanti ambientali (come il bifenolo-A, un ingrediente che si trova in molti contenitori di plastica e del cibo, come ad esempio cibi in scatola, che filtra negli alimenti).

Intolleranze alimentari o allergie ai cibi anche possono contribuire all’infiammazione della prostata. I sintomi di un’intolleranza alimentare o allergia potrebbero includere vomito, diarrea, nausea o dolore addominale. Si potrebbe sperimentare anche gas intestinali, mal di testa, crampi, irritabilità e nervosismo.

Faccio una breve parentesi su questo. Un’allergia alimentare è una risposta del sistema immunitario, e i sintomi generalmente possono influire sull’intero organismo. Può essere complicato risalire al cibo che provoca l’allergia, perché le reazioni possono avvenire anche dopo ore o giorni. La reazione allergica può ad ogni modo peggiorare i sintomi di prostatite.

Un’allergia alimentare può arrivare anche a provocare orticaria, prurito e gonfiore, mancanza di respiro (dispnea), improvviso calo della pressione sanguigna e difficoltà di deglutizione.

Se senti che un problema di intolleranza o allergia contribuisce ai sintomi della prostatite, prova una dieta di eliminazione o considera di fare un test allergico. Alcuni test come l’ALCAT possono essere molto costosi, quindi prova prima una dieta ad eliminazione per iniziare.

Molti uomini, ad esempio, trovano che una dieta gluten-free aiuti a gestire meglio i sintomi dell’infiammazione. Il grano e la proteina del grano (glutine) può provocare infiammazione, che danneggia il corpo e causa malattia. Una dieta senza glutine evita il grano, l’orzo, il malto.

Cosa Mangiare Con La Prostatite

In generale è importante seguire un’alimentazione sana ed equilibrata. Evitare alimenti che comunemente sono associati con la prostata infiammata è un primo passo. Possiamo adesso includere un’intera lista di cibi naturali che aiutano a trattare una prostatite:

  • Verdure. Specialmente le crucifere (broccoli, cavoli, verze, ecc).
    semi zucca
  • Frutta fresca (facendo attenzione con la frutta acida, mangiarla intera evitando invece i succhi che possono irritare).
  • Proteine di alta qualità (proteine vegetali sono migliori di quelle animali).
  • Cibi ricchi di zinco (semi di zucca ad esempio) o integratori.
  • Acidi grassi omega-3 e grassi salutari che si trovano nella dieta mediterranea (noci, semi di lino, di canapa etc..).
  • Alimenti ricchi di fibre.
  • Cereali integrali (senza glutine in caso di intolleranza).
  • Tè rooibos o tè verde (potenti antinfiammatori e antiossidanti che promuovono la salute della prostata).
  • Pomodoro (in ogni forma, anche la passata).
  • Erbe diuretiche (specie il prezzemolo, l’ortica).

Dieta Mediterranea

In generale, seguire la dieta Mediterranea può aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo. Ridurre la carne rossa e scegliere invece pesce (se non si segue una dieta vegetariana), fagioli, lenticchie, frutta secca e noci. Questi alimenti sono poveri di grassi saturi e colesterolo.

Scegliere alimenti ricchi di zinco, acidi grassi omega-3 e licopene (pomodoro e agrumi, facendo attenzione se generano sintomi per l’acidità, in generale meglio assumerli interi).

La frutta e la verdura fresche sono la fonte principale dei carboidrati in questa dieta, sebbene si pensi siano la pasta e il pane. Frutta e verdura fresche sono la chiave perché sono ricche di polifenoli, micronutrienti potenti antiossidanti e agenti antinfiammatori.

Altri Consigli Utili

È importante essere ben idratati con l’acqua, bevendo lontano dai pasti e specialmente al mattino appena svegli. L’acqua bevuta al mattino a stomaco vuoto è essenziale per l’attivazione di tutto l’organismo, poiché va ad irrigare tutti gli organi, cervello compreso. Dovresti comunque evitare assolutamente bevande gassate e contenenti caffeina, che peggiorano i sintomi della prostata infiammata. Certamente, devi evitare l’alcol o almeno limitarlo considerevolmente e solo in occasioni speciali.

Cibi e integratori che potrebbero aiutare con problemi di prostata e urinari includono anche:

  • Calcio glicosferato (neutralizza gli alimenti acidi).
  • Docusato (ammorbidisce le feci).
  • Psillio (fibra).
  • Acqua(bere tanto lontano dai pasti).
  • Bicarbonato (alcalinizzante).

Un’ulteriore suggerimento è quello di privilegiare alimenti freschi e biologici controllati, ovviamente in base alle proprie disponibilità economiche. Magari, ad esempio per un fumatore sarà più sano smettere di fumare e con i soldi risparmiati fare una buona spesa :-).

Accanto all’alimentazione ricorda sempre di fare esercizio fisico: un po’ di corsa, fitness, sqwat, ma anche movimento più leggero come lo yoga va bene. L’importante è che sia costante e che mantenga il corpo in allenamento.

Come puoi vedere, con la prostata infiammata cosa mangiare risulta essere anche più piacevole di quello che si pensa. Ti prendi cura così non solo dei sintomi del momento legati all’infiammazione, ma anche della tua salute in generale.

 

 
Share This