curcuma prostata

La Curcuma Per La Prostata Fa Bene?

Molti uomini che hanno problemi alla prostata e che cercano terapie naturali, ricorrono all’uso della curcuma. Infatti, curcuma e prostata sono senza dubbio ottimi amici 🙂 . La curcuma ha molti benefici sulla salute della prostata, specialmente per problemi che riguardano l’età e gli stati infiammatori. Le sostanze vegetali fitochimiche, gli antiossidanti e le proprietà antinfiammatorie della spezia gialla supportano la risposta del corpo all’infiammazione stessa.

Proprietà Della Spezia Gialla

La curcuma si trova spesso nello scaffale della cucina, ma probabilmente sarebbe il caso di metterne un barattolo anche nel cassetto delle medicine.

La curcuma (Curcuma longa o Turmeric gold), è un’antica spezia tradizionalmente apprezzata dalle popolazioni dell’India, dell’Asia e del Medio Oriente. Proviene da una pianta perenne della stessa famiglia dello zenzero. Usata di norma in cucina e nelle applicazioni di bellezza, la curcuma presenta un riconoscibile, sgargiante e vibrante colore giallo-arancione. Contiene molti nutrienti che supportano la salute, di cui le curcuminoidi o curcumine sono le più conosciute.

Come la maggior parte dei composti chimici attivi nella radice di curcuma, le curcuminoidi offrono potenti effetti di promozione della salute grazie a diverse attività:

Benefici Della Curcuma Sulla Prostata

Questa spezia svolge un’azione decisamente benefica nel trattamento della prostatite cronica (o sindrome del dolore pelvico) così come della prostatite batterica.

La curcuma si combina bene con altri integratori e spesso è usata come ingrediente nelle formulazioni. Può essere anche usata in combinazione con terapie tradizionali e potrebbe persino aiutare a migliorare l’efficacia degli antibiotici quando vengono presi insieme per la prostatite batterica.

È stato studiato che la curcuma:

  • Riduce le citochine pro-infiammatorie interleuchine-8 e il fattore di necrosi tumorale alfa nei tessuti e nel sangue (uno studio lo trovi qui).
  • Supporta e ha efficacia sui pazienti con problemi alla prostata.
  • Combatte la prostatite batterica, specie in combinazione con altri integratori e antibiotici. Una combinazione di curcumina, quercetina, saw palmetto e ortica, insieme all’uso moderato di un antibiotico, è ottima per la prostatite cronica batterica.

Nello sforzo di trovare, poi, un’alternativa non tossica alla terapia per il cancro alla prostata, l’attenzione dei ricercatori si è posata sulla curcuma. I risultati delle ricerche hanno mostrato che la curcumina è un potente induttore di apoptosi (forma di morte cellulare programmata) delle cellule di tumore alla prostata sia androgeno dipendente che indipendente.

Da ciò è stato scoperto che la curcuma può essere un’alternativa non tossica per il cancro alla prostata (studio).

Come Assumere La Curcuma?

La curcuma può essere assunta ai pasti, utilizzando la polvere in cucina per la preparazione di moltissimi piatti. Può essere anche aggiunta alle insalate, alle zuppe, alle tisane, e così via. Per stati infiammatori acuti (dolori articolari, mal di gola, ecc) si può mescolare meno di mezzo cucchiaino di polvere in poca acqua. Esiste in commercio anche l’estratto secco in capsule, oppure combinazioni di estratti vegetali che contengono anche curcumina.

Non presenta grossi effetti collaterali, ma ovviamente la curcuma è da assumere con cautela per le sue forti proprietà. Un utilizzo eccessivo di questa spezia può provocare diarrea, bruciore di stomaco, nausea o stanchezza. Presa in quantità molto superiore a quella raccomandata o per lunghi periodi di tempo, può anche provocare ulcere (nonostante sia anche utilizzata per la cura di queste ultime, ma nelle quantità e tempi adeguati).

In ogni caso quindi è sempre bene consultare il proprio medico e informarsi dovutamente prima di consumare curcumina in grandi quantità.

Detto questo, mi auguro che farai un buon uso di questa preziosa spezia e che ricaverai dalla curcuma ottimi benefici per la tua prostata!

 
Share This